#FOIA #OpenData Corso CNR AIB “Accesso e trasparenza ai dati della Pubblica Amministrazione”

Obiettivi del corso
Conoscere lo stato dell’arte della proprietà intellettuale in Italia, in Unione Europea e a livello internazionale, con particolare riferimento al diritto in contesto digitale

http://www.aib.it/struttura/sezioni/2016/59069-de-robbio-corso-accesso-dati-pa



Il corso introduce ai concetti di Open Data in un assetto di Open Government e di Trasparenza come mezzo che contribuisce a rendere conoscibile l’azione amministrativa. Con Dati aperti, o Open Data, si fa riferimento ad una filosofia, che è al tempo stesso una pratica in quanto rappresentano la materia prima per lo sviluppo di beni e servizi nella società dell’informazione, utili alla realizzazione di indotto che genera lavoro (creazione di app, servizi, infografiche, ecc.). Il concetto di SmartCity fonde in maniera interdisciplinare aspetti di governance, di urbanistica, di infrastruttura di telecomunicazioni e di servizi, basati sui BigData. volumi di dati estesi che necessitano di tecnologie e metodi analitici specifici per l’estrazione di valore. Attraverso l’uso delle tecnologie e con metodi innovativi, il Governo persegue le politiche di open data, nell’ambito della Open Government promuovendo la cultura della Trasparenza nella pubblica amministrazione. Qualunque dato trattato da una pubblica amministrazione deve essere reso accessibile e fruibile, fermo restando il rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali o sulla sicurezza. L’accessibilità totale presuppone l’accesso da parte dell’intera collettività a tutte le “informazioni pubbliche”, secondo il paradigma della “libertà di informazione” dell’open government di origine statunitense.

Il corso esplora il percorso normativo della Trasparenza partendo dalle vecchie Leggi del 1990 sul procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, e nascita del CAD Codice Amministrazione Digitale, sino al recente FOIA Freedom of Information Act italiano che sarà operativo a dicembre 2016 e che introduce il nuovo diritto di accesso generalizzato agli atti e ai documenti della pubblica amministrazione. Si confronteranno il FOIA italiano con i Decreti Monti del 2013 “Decreto semplificazione” o “Decreto trasparenza”, “Decreto crescita 2.0”, “Decreto Sviluppo” che avevano istituito il Principio open by default di dati e informazioni prodotte dalla PA. Saranno quindi trattate anche le tipologie di licenze aperte governative sui dati.

Il corso inoltre esaminerà alcuni esempi di dati aperti nel settore dell’informazione pubblica dal catalogo delle basi di dati della PA, si andranno a vedere media civici e alcune piattaforme per il cittadino, strumenti utili alla comprensione del reale significato di Partecipazione in un contesto di cittadinanza attiva.

Programma del corso

1. Accesso, Trasparenza e Partecipazione: aspetti definitori e ambiti di applicazione
Open Government e Open Data
L’agenda digitale italiana e l’Agenda digitale europea
Il piano d’azione 2016-2018 Open Government italiano
I due volti della trasparenza
Dalla cultura del segreto alla Trasparenza

2. Confronto tra norme
Le vecchie norme del 1990 in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi
Significato di Trasparenza nei decreti Monti del 2013 e principio open by default
Privacy e sicurezza nell’accesso ai dati
Il Freedom of Information Act (FOIA) strumento di controllo del cittadino

3. Forme e gradi di aperture dei dati
Licenze Governative e Licenze aperte per i Dati
Le quattro licenze di Open Data Commons
Dati aperti per biblioteche, musei, archivi: direttive e circolari per l’apertura

4. Dati Aperti per Società Aperte
Esempi di dati aperti nel settore dell’informazione pubblica
Come si fa Open Data
I Big Data: cosa sono e a cosa servono
Città intelligenti (Smart City)
Partecipazione: media civici e piattaforme per il cittadino attivo

Nel pomeriggio: esercitazioni pratiche divise per gruppi di lavoro; fruizione di video, analisi delle piattaforme e media civici, lavoro sull’analisi del FOIA 2016 in comparazione con il Decreto Trasparenza del 2013.

condividi oraFacebooktwittergoogle_pluslinkedingrazie
Precedente #Ariccia dati 2016 e 2017 sulla Raccolta Differenziata #aspettiamoifatti #giottarelloinpratica Successivo #gennaio2017 #aricciaPalese 4100 cittadini per 7800 pagine visualizzate #GRAZIE
commenta con: